Video divertente di gallina con effetto “steady cam” :)

0
1222
Alimentazione per Galline ovaiole e animali da cortile | Raggio di Sole

Il video qui sopra lascia davvero stupefatti, divertiti e perplessi allo stesso tempo. Sembra di assistere ad una cosa così semplice e naturale e, allo stesso tempo, crediamo che in pochi (noi compresi) lo abbiamo mai provato a fare con una delle galline del nostro pollaio.

L’effetto scenico è assicurato e la perplessità deriva dal fatto che sembri una cosa “montata ad arte”, che ci sia un qualche trucco nell’angolatura delle riprese o nel montaggio video che artificiosamente fa in modo di restituire allo spettatore questo “quasi magico” comportamento della gallina.

Eppure, è davvero del tutto semplice, naturale… e assolutamente reale; stiamo semplicemente assistendo è un riflesso incondizionato che le nostre amate galline condividono anche con tanti altri volatili e che comunemente viene chiamato “stabilizzazione della testa”, proprio come se fossero dotate di una steady-cam interna.
(La steady-cam è quella speciale macchina da presa che viene indossata dall’operatore per effettuare riprese in movimento, anche correndo, in quanto, grazie a speciali pistoni a gas e sofisticati meccanismi di compensazione del movimento, questa “cam” riesce a mantenere abbastanza immobile l’obiettivo, assicurando video quasi perfettamente stabilizzati nonostante il contesto in cui sono stati realizzati.)

Pollai Domestici da Giardino e Accessori per Galline | Omlet

Come funziona il meccanismo di stabilizzazione della testa nelle galline

Questo che vi abbiamo presentato, come tanti altri video divertenti tra quelli che trovate pubblicati qui sul nostro sito, è un modo scherzoso per affrontare con il sorriso sulle labbra argomenti che hanno invece anche un loro risvolto serio e scientifico, che merita di essere indagato.

Come vediamo nel video, le galline sono straordinariamente brave a mantenere la testa ferma mentre tutto il resto del loro corpo si muove. Sono in grado di farlo sia quando qualcun’altro muove il loro corpo, sia quando si muovono da sole.
E’ per questo motivo che la testa di una gallina si muove avanti e indietro mentre cammina: perché l’animale tende a mantenere la testa ferma rispetto all’ambiente circostante e quindi a spostarlo all’indietro per compensare il movimento del corpo in avanti.

E questo andare indietro con la testa, la gallina continua a farlo fino a quando il collo non può più andare oltre, e così a quel punto (ri)scatta rapidamente in avanti (rompendo quindi per un attimo la tendenza innata alla stabilizzazione).

Ma perché le galline hanno evoluto questa straordinaria capacità di mantenere la testa ferma?

Questa non è affatto una domanda banale in quanto la capacità di stabilizzare la testa richiede una notevole abilità e soprattutto un sofisticato apparato neurale.

In realtà, il meccanismo neuronale che controlla questo fenomeno organico non è limitato soltanto alle galline o agli uccelli in generale. Quasi tutti gli animali esibiscono questo tipo di “riflessi stabilizzatori innati”, solo che alcuni coinvolgano nella “risposta” tutta la testa, mentre altri (inclusi noi esseri umani), solo gli occhi.

E’ proprio per questo meccanismo, infatti, che ad esempio riusciamo a tenere gli occhi fissi su qualcuno durante una conversazione, nonostante il fatto che annuiamo o scuotiamo regolarmente la testa.

Ma per quale motivo l’evoluzione ha generato e affinato questo meccanismo?

La risposta si addentra nella fisiologia dell’occhio e riguarda il modo come, sia noi che gli animali, percepiamo il mondo esterno attraverso le immagini che di esso si imprimono sulla nostra retina.
In questa sede basta dire che il comportamento di stabilizzazione della testa che abbiamo avuto modo di vedere nel divertente video iniziale, ha in realtà uno scopo molto importante per la sopravvivenza:

  1. prevenire movimenti non necessari delle immagini sulla retina con conseguenti sfocature della vista;
  2. rilevare al meglio i movimenti reali (ad esempio un predatore in agguato) che accadono all’esterno, nell’ambiente che ci circonda.

Per chi volesse approfondire ancora di più questa interessante e singolare ricerca, segnaliamo il libro “Animal Eyes” di Michael F. Land e Dan-Eric Nilsson (oppure leggere il nostro articolo dedicato alla vista delle galline).

La stabilizzazione della testa delle galline… sfruttata dalla Mercedes!

Potrà sembrare incredibile, eppure questo fenomeno della stabilizzazione della testa nelle galline che eravamo partiti a proporvela come una cosa giocosa, buffa e divertente, è stata anche sfruttata nientepopodimeno che dalla casa automobilistica Mercedes per una sua pubblicità di qualche anno fa, in cui si voleva sottolineare appunto la stabilità dell’auto di marca tedesca grazie al sofisticato sistema di MAGIC BODY CONTROL, compreso in dotazione all’interno del Mercedes-Benz Intelligent Drive, che assicura il massimo comfort di guida. Ecco il video.

Gallina vs. Stabilizzatore meccanico

Ed ecco uno scontro epico tra Natura/Scienza, ovvero tra la stabilizzazione naturale della testa nella gallina e uno stabilizzatore meccanico. Chi vincerà?

Galluscam o Chicken Cam

E poi, infine, c’è questo genio che ha pensato bene di sfruttare questa incredibile capacità delle galline per inventare una webcam davvero rivoluzionaria, perfetta per realizzare video dall’immagine stabile anche nelle peggiori situazioni e avversità!
Qui sotto il video divertente di che promuove la sua invenzione. Tenetevi forte e allacciate le cinture… e soprattutto, non fatevelo vedere alle vostre galline!!!

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome