Telecamera nel pollaio per spiare le nostre galline ovunque ci troviamo | Tuttosullegalline.it
Alimentazione per Galline ovaiole e animali da cortile | Raggio di Sole

Chissà quante volte siete usciti di casa per qualche ora (o addirittura per qualche giorno) sistemando il pollaio nel migliore dei modi e lasciando le vostre galline con tutto il necessario per stare bene: acqua nell’abbeveratoio, mangime nella mangiatoia e tutti gli accorgimenti per la loro sicurezza (recinto antipredatore, porta crepuscolare con chiusura automatica, ma anche giochi per tenere lontana la noia, ecc.).

In più a tutto questo, soprattutto nel caso di assenze prolungate, avrete incaricato qualche splendido parente, amico o vicino di casa, di fare almeno una visita mattutina alle cocche, per controllare che nel pollaio sia tutto a posto e magari per allungare agli animali qualche frutto fresco o qualche scarto verdura.

Ma in tutto ciò: chissà quante volte, anche voi, avrete desiderato di poter dare “una sbirciatina a distanza” alle vostre amate galline? Sicuramente tante.

Noi in primis sappiamo quanto le galline possano dare dipendenza (nel senso buono e affettuoso del termine ovviamente) e quanto manchi la loro compagnia quando siamo lontani per diversi giorni…

Gallina nel pollaio osservata da remoto con una telecamera
L’occhio del “grande fratello” nel pollaio.

Riportiamo quindi di seguito, a titolo d’esempio, la nostra personale esperienza di installazione di una telecamera di sorveglianza (IP CAM) nel pollaio, funzionale al suddetto scopo, ovvero, monitorare il benessere delle galline anche in nostra assenza.

Sul mercato esistono moltissime soluzioni tecniche, e anche per noi non è stato così semplice e immediato individuare la migliore, sia per il rapporto qualità/prezzo, sia soprattutto per la semplicità di installazione e funzionamento.
In tal senso la nostra esperienza speriamo possa essere utile a chiunque (anche poco esperto di tecnologia) per evitare di imboccare soluzioni che potrebbero rivelarsi costose, complicate e/o poco efficaci.
Per quanto riguarda quindi la soluzione finale da noi adottata, la spesa complessiva è stata di € 50,00 circa per ottenere un risultato semplice e affidabile, che ci ha regalato tante soddisfazioni e divertimento. 

Attenzione: poter osservare razzolare le proprie galline a distanza, direttamente dal proprio smartphone, mentre magari si è sdraiati in spiaggia, potrebbe indurre a “restare collegati al pollaio” per diverso tempo durante l’arco della giornata (con conseguente consumo di molti giga!) e quindi raccomandiamo un utilizzo misurato di tale strumento. 🙂
Godere a distanza delle immagini delle proprie cocche (ma anche poterle chiamare!), che razzolano tranquille e si fanno i bagni di sabbia e cenere, dona veramente un senso di piacere e relax che vi coinvolgerà ovunque vi troviate…

Il respiro della natura che tutti ci avvolge
“S/he who breathe” (www.awakeningstorylines.com)
Pollai Domestici da Giardino e Accessori per Galline | Omlet

Caratteristiche “logistiche” e “tecniche” del pollaio da monitorare con la telecamera (IP CAM)

Nel caso di un piccolo pollaio domestico le “pre-condizioni tecniche e logistiche” necessarie per realizzare l’installazione della telecamera dovranno essere le seguenti:

  • disponibilità di un punto presa per l’alimentazione elettrica 220V nel pollaio o in prossimità dello stesso (con eventuale possibilità di stendere un cavo/prolunga da esterno, ovviamente che sia in sicurezza e non d’intralcio);
  • disponibilità di una connessione internet domestica e di un modem ADSL con una porta LAN disponibile (nel caso in cui non si disponga di una porta LAN sarà sufficiente dotarsi di uno switch a 2 o più porte);
  • possibilità di disporre della rete Ethernet LAN o della rete WI-FI all’interno del pollaio (elencheremo 4 possibili soluzioni);
  • individuazione dello spazio necessario per posizionare una piccola IP CAM (e i rispettivi cavi) al riparo dalle intemperie e al tempo stesso in posizione strategica per visualizzare l’area del pollaio di maggior interesse.

(Questa installazione può anche essere pensata come “temporanea”, da realizzare solo in occasione di periodi di lontananza medio-lunghi da casa/pollaio e da rimuovere poi durante i periodi di presenza.)

Installazione della telecamera (IP CAM) nel pollaio

Una volta verificate le suddette pre-condizioni, e dunque la possibilità effettiva di installare una telecamera nel pollaio, ecco quello che potremo fare da remoto:

  • poter visionare il nostro pollaio da smartphone 3G/4G (sistema Android o iOS) tramite la connessione internet mobile del nostro telefono;
  • poter ruotare la webcam per inquadrare zone diverse del pollaio, agendo da remoto tramite la APP dedicata installata sullo smartphone;
  • poter sentire l’audio (il rumore ambientale) del nostro pollaio da smartphone;
  • poter far sentire la nostra voce alle galline nel pollaio da smartphone;
  • poter visionare in qualsiasi momento il pollaio, sia di giorno che di notte (eventualmente attivando anche l’allarme notturno per rilevare il movimento di ospiti indesiderati nel pollaio, quali predatori di galline e/o “ladri di polli”, nel senso effettivo del termine);
  • poter catturare immagini e registrazioni video del pollaio da smartphone.

Al fine di soddisfare tutti questi desiderata, dobbiamo trovare una telecamera di sorveglianza (IP CAM) con le seguenti specifiche, che consigliamo di verificare attentamente prima dell’acquisto, o presso il vostro rivenditore di elettronica di fiducia, oppure direttamente online (in tal caso consigliamo di prendere visione anche di recensioni e commenti degli utenti che possono fornire importanti chiarimenti, soprattutto su alcuni aspetti pratici e di utilizzo):

  1. determinante la disponibilità di una APP funzionale e semplice da installare sul proprio smartphone (verificando che sia compatibile con il sistema operativo Android o iOS in possesso);
  2. determinante verificare che la IP CAM sia gestibile tramite la tipologia di connessione disponibile tra rete domestica e pollaio;
  3. determinante che la telecamera sia dotata di un meccanismo di motorizzazione (orizzontale e verticale), gestibile da remoto attraverso la APP e che consenta di orientare l’inquadratura della IP CAM;
  4. determinante che la telecamera sia dotata di audio bidirezionale (se vogliamo sentire e farci sentire dalle galline); a tal scopo, dato che per le norme sulla privacy le telecamere per videosorveglianza non possono acquisire l’audio (rumore ambientale), è necessario ricorrere a IP CAM da interno comunque adatte all’uso in esterno (nel nostro caso nel pollaio) anche se non a tenuta stagna; dovrà essere nostra cura posizionarla in modo tale da proteggerla dall’acqua e possibilmente dalla polvere (ad esempio fissandola su un supporto al di sotto di una tettoia o copertura, se non all’intero del nido o del posatoio);
  5. determinante la disponibilità di led infrarossi che permettano anche la visione al buio (solitamente fino a circa 10 metri);
  6. per poter rilevare il movimento di ospiti indesiderati, è determinante che sia attivabile una funzione di allarme alla rilevazione del movimento.
La gallina Rina inquadrata dalla telecamera situata nel pollaio
Momento relax dell’11 Agosto 2018: Rina e la IP CAM  (risoluzione SD).
La gallina Rina in relax inquadrata dalla telecamera posizionata nel pollaio
Momento relax del 12 Agosto 2018: Rina e la IP CAM (risoluzione LD).
La gallina Rina inquadrata dalla telecamera posizionata nel pollaio
Momento relax del 13 Agosto 2018: Rina e la IP CAM (risoluzione SD).
La gallina Rina curiosa inquadrata dalla telecamera posizionata nel pollaio
Momento relax del 14 Agosto 2018: Rina e la IP CAM (risoluzione HD).
Le galline Rina e Ciuffina inquadrate dalla telecamera posizionata nel pollaio
Momento relax del 15 Agosto 2018: Rina e Ciuffina in zona bagno di sabbia-cenere-terra (risoluzione SD).
Le galline Rina e Ciuffina inquadrate dalla telecamera posizionata nel pollaio
Momento relax del 16 Agosto 2018: Rina e Ciuffina in zona bagno di sabbia-cenere-terra (risoluzione HD).
Le galline Rina al risveglio mattutino inquadrata dalla telecamera posizionata nel pollaio
Risveglio del 17 Agosto 2018: il risveglio mattutino di Rina (risoluzione SD).

Telecamera HD 720P Wireless Led IR LAN motorizzata

Nel piccolo pollaio domestico di Tutto Sulle Galline abbiamo installato una IP CAM TELECAMERA IP DUE ANTENNE CAMERA HD 720P WIRELESS LED IR LAN MOTORIZZATA WIFI RETE INTERNET e abbiamo riscontrato grande semplicità nell’installazione della APP YYP2P (molto simile e altrettanto consigliabile la APP YOO SEE; sono sostanzialmente identiche) e grande soddisfazione nel suo utilizzo pratico.

La nostra scelta è stata quella di non utilizzare la rete wifi (che solitamente manteniamo disattivata) e di utilizzare un semplice cavo di rete LAN (lungo circa 30 metri e passato tramite passacavi già esistenti).

In tal caso è sufficiente:

  • installare la app YYP2P;
  • tramite la APP effettuare l’attivazione iniziale del collegamento smartphone-ipcam posizionando smartphone e telecamera in prossimità del router di casa (quindi nella stanza di casa dov’è ubicato il router), collegando lo smartphone alla lan wifi (disattivando la connessione 3G/4G) e connettendo la ipcam (tramite la lan wifi o tramite cavo lan);
  • una volta effettuata questa attivazione iniziale potrete staccare la ipcam (dalla alimentazione elettrica e dalla lan) e andarla a posizionare nel punto del pollaio raggiunto dall’alimentazione elettrica e dalla presa RJ45 del cavo di rete agganciato direttamente al router; collegando alimentazione elettrica e cavo di rete alla ipcam, dalla APP potrete gestire tutte le funzioni previste.
Schema di installazione IP CAM per il monitoraggio da remoto di galline e pollaio
Schema raffigurante l’esempio di installazione di IP CAM per il monitoraggio da remoto del pollaio.

Nel caso in cui non sia possibile o conveniente stendere un cavo di rete lan dal router al pollaio e si disponga di una sola presa elettrica, per la trasmissione dati potreste utilizzare due adattatori PowerLan con porta RJ45 (facendo passare il segnale dati dalla rete elettrica di casa). Noi abbiamo testato gli adattatori Netgear XE102 GR Adattatore PowerLan con porta RJ45 e trasmissione dati di 14 Mbit/s. Rispetto alle operazioni di attivazione e utilizzo sopra descritte non c’è alcuna variazione (l’impostazione della rete è sempre “Rete cablata”). 

Schema raffigurante l'esempio di installazione di IP CAM per il monitoraggio da remoto del pollaio (senza cavo di rete da router a pollaio)
Schema raffigurante l’esempio di installazione di IP CAM per il monitoraggio da remoto del pollaio (senza cavo di rete da router a pollaio).

Nel caso in cui si intenda utilizzare la lan wifi potremo semplicemente accedere dalla APP YYP2P e modificare l’impostazione della rete passando da “Rete cablata” a “Rete wifi” (attenzione: per poter settare questa impostazione dovrete accedere alla APP con IPCAM connessa tramite lan).

Schema raffigurante l'esempio di installazione di IP CAM per il monitoraggio da remoto del pollaio (con connessione wifi)
Schema raffigurante l’esempio di installazione di IP CAM per il monitoraggio da remoto del pollaio (con connessione wifi).

Nel caso in cui si intenda utilizzare la lan wifi passando da “Rete cablata” a “Rete wifi” come sopra descritto, ma il segnale wifi non arrivasse fino al pollaio, potreste risolvere utilizzando un ripetitore wifi opportunamente collocato in un punto in cui possiate disporre di una presa di alimentazione elettrica, e tale da ricevere il wifi del router di casa e da arrivare a raggiungere il pollaio (importante verificare distanze e coperture di rete).
Noi abbiamo testato un ripetitore 
Netgear WN3000RP Ripetitore WiFi N300, Range Extender Universale, Access Point, Antenne Esterne. Rispetto alle operazioni di attivazione e utilizzo sopra descritte non c’è alcuna variazione (se non la scelta del wifi a cui connettersi che non è più il router wifi, ma il ripetitore wifi). 

Schema raffigurante l'esempio di installazione di IP CAM per il monitoraggio da remoto del pollaio (con connessione wifi che fa utilizzo di ripetitori di segnale)
Schema raffigurante l’esempio di installazione di IP CAM per il monitoraggio da remoto del pollaio (con connessione wifi che fa utilizzo di ripetitori di segnale)

Tramite la APP YYP2P è possibile connettersi in ogni momento al proprio pollaio, impostare l’inquadratura, impostare la risoluzione dell’immagine (LD-SD-HD), attivare l’audio per ascoltare i rumori di fondo o attivare il microfono per far arrivare suoni/voce alle galline, scattare fotografie e/o registrare brevi filmati (scegliendo la risoluzione LD-SD-HD), nonché impostare la tipologia di allarme.

Per impostare l’allarme antipredatore e anti “ladri di polli” sulla APP YYP2P, la modalità da seguire è la seguente (da effettuare la sera quando le vostre cocche sono già a dormire altrimenti, durante le ore di veglia, vi suonerebbe l’allarme in continuazione):

  • orientate la ipcam in un punto strategico del pollaio (ad esempio verso la porta di accesso o altro punto che ritenete “critico”);
  • dalla schermata “Impostazioni” selezionate “Impostazioni dell’allarme” e settate su ON sia “Ricevi la spinta di allarme” (ovvero la “sirena di allarme”) sia “Rilevamento del movimento” (medio-alto) (ci sembra opportuno non attivare il cicalino che suonerebbe nel pollaio): in tal modo al passaggio/movimento di qualcosa, come ad esempio un topo o altro animale, potrete vedere attivarsi la APP con una segnalazione di allarme consistente in una sirena suonante e nella cattura dell’immagine del soggetto in movimento.

Nel caso in cui si voglia effettuare anche la registrazione video al momento dell’attivazione dell’allarme, è necessario inserire una scheda microSD (è necessario acquistarla a parte, perché non è prevista nella confezione standard della telecamera).

IP CAM HD 720P posizionata al di sotto della tettoia nel recinto del pollaio all'interno di uno scatolato in legno e vetro
IP CAM HD 720P posizionata al di sotto della tettoia nel recinto del pollaio all’interno di uno scatolato in legno e vetro.

Ecco di seguito un video-tutorial per l’installazione della APP YYP2P (per effettuarla è necessario attivare il WiFi e inserire la password di accesso al WiFi solitamente riportata su un’etichetta del router wifi):

Ringraziamenti finali

In primo luogo ringraziamo i nostri amici Antonio e Marco per averci dato consigli e suggerimenti (e per averci prestato adattatori e ripetitore wifi), frutto delle loro “indagini di mercato” e delle loro esperienze dirette con gli accessori vari e con la IP CAM che abbiamo deciso di utilizzare (che a loro hanno fruttato la cattura di immagini di volpi e non solo).

Inoltre ringraziamo Rina e Ciuffina che, speriamo, siano state molto liete di aver contribuito al successo del nostro primo “tele-esperimento”; per la stesura di questo articolo sono state utilizzate alcune delle immagini scattate tramite la APP della nostra IPCAM che le ritraggono al sicuro, all’interno della recinzione, in occasione della settimana che abbiamo trascorso in ferie dal giorno 11 Agosto 2018 al giorno 17 Agosto 2018 🙂

Le galline Rina e Ciuffina in uno scatto effettuato da remoto con la telecamera posizionata nel pollaio
Momento relax del 12 Agosto 2018: Rina in fase di cura del piumaggio in muta e Ciuffina spettatrice attenta (risoluzione HD).
Il gruppo collaudo dei test finali di adattatori e ripetitore wifi della telecamera posizionata nel pollaio
Il gruppo collaudo dei test finali di adattatori e ripetitore wifi, nonché dell’attivazione dell’allarme.

E forse, prossimamente, saranno aggiunte nuove IP CAM anche per la videosorveglianza dell’esterno del pollaio…

La gatta sul tetto (del pollaio) che scotta
La gatta sul tetto (del pollaio) che scotta.
Tetto di pollaio con vedetta felina
Tetto di pollaio con vedetta felina.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome