Sebright: una tra le razze bantam più piccole (e belle) di galline ornamentali
Alimentazione per Galline ovaiole e animali da cortile | Raggio di Sole

La Sebright è a tutt’oggi riconosciuta come la razza di gallina bantam più affascinante e attraente, per il suo aspetto al tempo stesso elegante e simpatico. Il contrasto di colore caratterizzato dall’orlatura nera è certamente la sua caratteristica più peculiare.

Gallo e gallina Sebright tra ornamentali bantams
Gallo e gallina Sebright tra ornamentali bantams (da “Gold and Silver Sebright Bantam Chickens Volume 4”  – 2015  Wiseman-Cunningham)

Le sue piccole dimensioni, tali per cui risulta essere tra le più minute e leggere della categoria true bantam (ovvero quelle razze in cui non è stata sviluppata la corrispettiva linea “gigante”) la rendono adatta anche a piccoli giardini ma ponendo una certa attenzione, in quanto sono discrete volatrici.

La “baronetta” Sebright è una razza di gallina ornamentale molto british che trova origine nella splendida Corte di Besford nel Worcestershire (diventata prima una scuola e ora suddivisa in appartamenti).

Anche se sono certamente galline molto sociali e che interagiscono con partecipazione, è però importante allevarle con attenzione affinché il loro atteggiamento, naturalmente dinamico e vivace, non degeneri in un comportamento nevrotico. Ciò non toglie comunque che possano essere addirittura allevate come animali da compagnia (come le Serama) ma è necessario tener presente che, nonostante le dimensioni minute adatte anche per piccoli pollai da giardino, hanno in realtà bisogno di ampi spazi di pascolo.

Entrare in sintonia con una Sebrigth può voler dire vedersela continuamente intorno, anche saltellante su mani e spalla!

Sebright argento orlata nera
Sebright argento orlata nera.
Pollai Domestici da Giardino e Accessori per Galline | Omlet

Caratteristiche fisiche e comportamentali della bantam Sebright

Caratteristiche fisiche della Sebright

Negli esemplari di razza Sebright, alle dimensioni minute, al portamento elegante e fiero (dovuto al dorso corto e al petto prominente) e alla innata vivacità, si uniscono il contrasto di colori netti (oro e argento i più diffusi), l’orlatura nera di ogni singola piuma dalla caratteristica forma a mandorla, e la cresta a rosa che, anteriormente, riveste quasi la base del becco mentre, posteriormente, sporge con una breve appendice rilevata sulla nuca. La prima varietà è stata la “oro orlo nero” e poi la “argento orlo nero”.

Una caratteristica particolare dei galli Sebright è l’assenza delle piume falciformi ornamentali tipiche della coda di tanti galli (per questo motivo sono descritti come maschi dal “piumaggio femminile”), e questo elemento distintivo è stato espressamente voluto e ottenuto proprio da Sir Sebright in persona. Le zampe e le dita sono color blu ardesia.

Caratteristiche comportamentali della Sebright

Dal punto di vista comportamentale è sicuramente la vivacità la caratteristica più evidente delle galline di razza Sebright. Per quanto riguarda i galli, invece, al contrario di quanto accade abitualmente, i maschi di razza sono molto più mansueti, tanto che è possibile avere anche più galli in un pollaio senza problemi.

Le femmine non sono grandi depositrici (depongono circa soltanto 60-80 uova all’anno dal guscio bianco) e le uova sono molto piccole (pesano circa 30 grammi); la gallina è però in grado di diventare una buona chioccia, anche se, per le piccole dimensioni del corpo, cova un ridotto numero di uova.
La riproduzione di questa razza è piuttosto difficile, anche perché, oltre al ridotto numero di uova deposte, il gallo si attiva sessualmente solo durante la bella stagione.

Altra caratteristica dei galli è un canto mattutino non troppo acuto e forte (peculiarità che potrebbe agevolarne un allevamento senza problemi di “impatto acustico” per i vicini, e dunque anche in aree urbane).

Le Sebright si appollaiano volentieri sui rami e quindi potrebbe essere ottimale prevedere una siepe, un arbusto o un piccolo alberello all’interno nel pollaio.

E’ una razza piuttosto delicata, che tollera male la rigidità dell’inverno; è quindi importante che il ricovero notturno sia ben realizzato e assicuri un certo tepore anche nei giorni più freddi dell’anno.

Come numerose altre razze bantam, le Sebright sono soggette alla malattia della paralisi di Marek (un disturbo virale potenzialmente mortale); per questo motivo è importante che siano vaccinate al primo giorno dalla nascita.

Sebright oro orlo nero in relax
Sebright oro orlo nero in relax.
Sebright argento orlo nero
Sebright argento orlo nero.

Sebright: le origini della razza

Quel che è certo è che il nome della razza Sebright deriva dal nome dell’allevatore e baronetto Sir John Sebright, membro del parlamento inglese. La data a cui vien fatta risalire la selezione iniziale è il 1800 circa e in quegli anni Sir John Sebright viveva presso la corte di Besford.

Sir John Sebright
Sir John Sebright
La corte di Besford raffigurata in un'immagine di inizio 1800
La corte di Besford raffigurata in un’immagine di inizio 1800

Il Dott. Elio Corti, nella sua opera Summagallicana, descrive minuziosamente – come riportiamo di seguito – il mistero sulla selezione che portò poi alla nascita della razza Sebright (in tal senso, tra le razze che vengono citate all’origine della Sebright, è possibile elencare: Nankin, Olandese Ciuffata, Sabelpoot, Padovana, Amburghese, Java, Polish, ecc.).

SUMMAGALLICANA, VOL. 2° – XXIV.5. – IL MISTERO DELLA SEBRIGHT

“Il primo antenato di Sir John Saunders Sebright fu William Sebright, morto nel 1620. Il suo feudo di Besford fu lasciato in eredità al nipote Edward Sebright, sceriffo del Worcestershire nel 1622, cui fu concesso il titolo di I Baronetto nel 1626. La famiglia Sebright si era stanziata nel Worcestershire intorno al 1300, originaria di Sebright Hall, posta nelle vicinanze di Great Baddlow nell’Essex.

Il nostro Sir Sebright, anch’egli di nome John, nacque il 23 maggio 1767. Era primogenito di Sir John Saunders Sebright VI Baronetto e di Sarah Knight. Il creatore della razza omonima acquisì il titolo di VII Baronetto e per breve tempo si dedicò alla vita militare facendo parte dello staff di Lord Amherst, quindi passò alla vita politica e agricola facendosi portavoce di idee molto avanzate, essendo fra l’altro promotore dell’abolizione delle istituzioni inutili e della tassazione indiretta. Il 6 agosto 1793 si unì in matrimonio con Harriet Crofts che lo lasciò vedovo nel 1826 con 6 figlie e un figlio, Sir Thomas Gage Saunders Sebright, divenuto poi VIII Baronetto.

Sir John, anche se ritenuto il creatore della Sebright, non volle mai svelare il segreto di questa bantam, né mai si fregiò di esserne l’artefice. C’è chi ha affermato che Sir John importò questa nuova razza dall’Oriente diffondendola successivamente tra gli allevatori. Pare tuttavia che qualcuno ebbe la ventura di conoscere l’iter seguito da Sir John nella creazione della nuova nana: intorno all’anno 1800 Lord Sebright iniziò a incrociare qualche nana comune con la Polish. I discendenti furono ripetutamente tra loro incrociati fino a ottenere il tipo e la taglia voluti. Durante un viaggio Sir John si imbatté in un gallo dalla coda corta e lo accoppiò con le sue nane di recente creazione, trasmettendo così alla discendenza l’attuale forma e la coda caratteristica.

La Poultry Chronicle riferisce invece che Sir John incontrò una nana fulva a Norwich, molto piccola, dai tarsi ardesia, e che sempre nel corso dello stesso viaggio venne in possesso di un galletto dal colore tendente al rosso, senza lanceolate al groppone e con piumaggio femminile. Quindi a Watford trovò una gallinella simile a un’Amburgo oro. Successivamente acquisì un galletto bianco dai Zoological Gardens, utilizzato per ottenere la colorazione argento. Queste notizie si riferiscono al periodo in cui gli animali di Sir John non erano ancora orlati, noti come Pheasant Bantams. Fu lo stesso Sir John a fondare ben presto un Club con lo scopo di riuscire a vestire i nuovi polli col bel piumaggio della Polish. Infatti, attraverso l’impegno di tutti i Soci del Club, si selezionarono i migliori Polish che furono incrociati con le nuove bantam, ottenendo gradualmente i risultati voluti, ricorrendo tuttavia di tanto in tanto all’incrocio con la Nana di Giava, per evitare la frequente situazione di stallo in cui la Sebright veniva a trovarsi per il costante inbreeding.

Il creatore della Sebright morì il 15 aprile 1846 e fu sepolto nella parrocchia di Flamstead nell’Hertfordshire.”

Sebright argento orlo nero (illustrazione)
Sebright argento orlo nero (da www.summagallicana.it)

Lo standard FIAV bantam Sebright

Standard FIAV per la razza Bantam Sebright

Sono di seguito riportate tutte le specifiche e le caratteristiche delle quattro varietà di bantam Sebright riconosciute dallo standard italiano, così come risultano nell’elenco della FIAV (argento, oro e limone orlate nero e camoscio orlata bianca):

Standard Italiano delle Razze Avicole

I – GENERALITA’

I – GENERALITA’

Origine: Inghilterra. Razza selezionata da Sir John Sebright verso il 1800.

Uovo peso minimo g. 30

Uovo colore del guscio: bianco o crema.

Anello Gallo : 11

Anello Gallina : 9

II – TIPOLOGIA ED INDIRIZZI PER LA SELEZIONE
Pollo nano autentico dal portamento mediamente alto e di temperamento vivace. Ha il petto prominente, la coda aperta e le ali cadenti. Peculiarità della razza sono le forme e il disegno del piumaggio del gallo che deve essere come quello della gallina. Mantenere la tipologia, migliorare la fecondità.

III – STANDARD

Aspetto generale e caratteristiche della razza

1- FORMA
Tronco: largo e tarchiato, di forma tubolare.
Testa: piccola e cortaBecco: corto e forte, di colore corno scuro.Occhi: grandi ed espressivi; di colore rosso scuro fino a nero brunastro.
Cresta: a rosa, con fine perlatura, di media grandezza, rosso scuro; larga davanti, si assottiglia progressivamente verso la nuca terminando con una spina dritta e conica.
Bargigli: piccoli, ben arrotondati, rosso scuro. Nella gallina appena visibili.
Faccia: liscia, da rosso purpureo a rosso blu, senza peluria.
Orecchioni: di media grandezza, ovali, lisci e rossi.
Collo: corto, arcuato, con penne della mantellina arrotondate, assenza assoluta di lanceolate.
Spalle: larghe.
Dorso: largo, corto, arrotondato, portato quasi orizzontale. Assenza assoluta di lanceolate della groppa.Ali: aperte e portate basse, senza toccare il suolo.
Coda: aperta (a ventaglio), senza falciformi, con timoniere larghe e scalate. Nei soggetti giovani è tollerato che le tue timoniere più alte siano un po’ più lunghe e superino le altre. Portata abbastanza alta , ma senza formare angoli con la linea del dorso.
Petto: largo, pieno, prominente e ben arrotondato, portato alto.
Zampe: gambe corte, ben impiumate, parzialmente nascoste dalle ali. Tarsi lisci, fini, senza piume di colore grigio ardesia; quattro dita.Ventre: mediamente sviluppato.Pelle: bianca.

2 – PESI

GALLO : Kg. 0,6-0,7
GALLINA : Kg. 0,5-0,6

Difetti gravi: Dorso troppo lungo; portamento della coda molto alto; coda chiusa; petto piatto; ali alte; presenza di lanceolate e falciformi nel gallo (anche solo accennate).

3 – PIUMAGGIO
Conformazione: Struttura della penna larga, a forma di mandorla. Penne corte e ben aderenti al corpo, timoniere larghe e ben arrotondate. Il gallo non presenta i caratteri sessuali secondari: lanceolate della mantellina, della groppa e falciformi della coda.

IV – COLORAZIONI

SEBRIGHT ARGENTO ORLATA NERO
GALLO E GALLINA
Piumaggio in generale: colore di fondo bianco argento con ogni penna regolarmente e uniformemente orlata di nero brillante. Remiganti primarie ammesse orlate solo nella punta.
Piumino: grigio scuro.Difetti gravi:nei due sessi – colore di fondo giallastro; orlatura a forma di mezzaluna; assenza di disegno nella parte alta del petto, della gola e delle spalle; pepatura visibile; assenza di riflessi verdi; disegno incompleto o assente.

SEBRIGHT CAMOSCIO ORLO BIANCO
GALLO E GALLINA
Piumaggio in generale: colore di fondo camoscio nella tonalità cuoio con ogni penna regolarmente e uniformemente orlata di bianco crema. Nel gallo il colore di fondo è generalmente più scuro: giallo rossastro dorato. Remiganti primarie ammesse orlate solo nella punta.
Piumino: crema.
Difetti gravi: nei due sessi – orlatura a forma di mezzaluna; assenza di disegno nella parte alta del petto, della gola e delle spalle; pepatura visibile; disegno incompleto o assente; bianco nelle remiganti e timoniere.

SEBRIGHT LIMONE ORLATA NERO
GALLO E GALLINA
Piumaggio in generale: colore di fondo giallo limone con ogni penna regolarmente e uniformemente orlata di nero brillante. Remiganti primarie ammesse orlate solo nella punta.
Piumino: grigio blu.
Difetti gravi: nei due sessi – colore di fondo biancastro o fulvo; orlatura a forma di mezzaluna; assenza di disegno nella parte alta del petto, della gola e delle spalle; pepatura visibile; assenza di riflessi verdi; disegno incompleto o assente.

SEBRIGHT ORO ORLATA NERO
GALLO E GALLINA
Piumaggio in generale: colore di fondo bruno dorato intenso con ogni penna regolarmente e uniformemente orlata di nero brillante. Remiganti primarie ammesse orlate solo nella punta.
Piumino: grigio bruno.
Difetti gravi: nei due sessi – colore di fondo troppo chiaro; rachide troppo chiara; orlatura a forma di mezzaluna; assenza di disegno nella parte alta del petto, della gola e delle spalle; pepatura visibile; assenza di riflessi verdi; disegno incompleto o assente.

Gallo e pollastre argento orlo nero
Gallo e pollastre argento orlo nero (www.avicolilaselva.it)
Gallina e gallo Sebright limone orlo nero
Gallina e gallo Sebright limone orlo nero
Piumaggio Sebright camoscio orlo bianco
Piumaggio Sebright camoscio orlo bianco.
Gallina e pulcini Sebright oro orlo nero
Gallina e pulcini Sebright oro orlo nero
Chioccia Sebright
Chioccia Sebright

Video di bantam Sebright

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome