VOV, liquore di crema d'uova di origini padovane | Tuttosullegalline.it
Alimentazione per Galline ovaiole e animali da cortile | Raggio di Sole

Il VOV è un liquore all’uovo di origini padovane ed è noto da sempre per le sue proprietà energetiche e rinvigorenti al pari dello zabaione (è forse il più noto tra i numerosi liquori all’uovo); è, di fatto, uno “zabaione liquoroso” la cui realizzazione in casa può dare grandi soddisfazioni, specie nel caso in cui si disponga delle ottime uova genuine e fresche delle galline ovaiole del nostro pollaio domestico.

Il nome VOV deriva dal dialettale padovano vovi che significa proprio dire “uova” (speriamo quindi che possiate realizzare questa ricetta con i vostri vovi… magari proprio della bellissima e autoctona gallina padovana).

Le galline padovane dell'allevatore Andrea Pozzato in Piazza delle Erbe a Padova
Le galline padovane dell’allevatore Andrea Pozzato in Piazza delle Erbe a Padova (leggi l’articolo).
Pollai Domestici da Giardino e Accessori per Galline | Omlet

L’invenzione del liquore di crema d’uova VOV di Gian Battista Pezziol

Nella Padova di fine ‘800 (in Via de’ servi) il pasticcere Gian Battista Pezziol ebbe la brillante idea di inventarsi una ricetta semplice e genuina per utilizzare i tuorli che avanzavano dalla preparazione del torrone; infatti, nel 1845, Pezziol per la prima volta aggiunse zucchero e marsala ai tuorli avanzati, ottenendo così quello che, nel giro di pochi anni, divenne il più rinomato liquore di tutto il Veneto (con una gradazione di 17°).
Da quel momento nasce il nome commerciale VOV che da lì in poi contraddistinguerà comunque anche tutte le preparazioni casalinghe ispirate a questo prodotto.

Al VOV gli arciduchi della corte di Vienna (ai tempi della notissima principessina Sissi) conferiscono il brevetto regale che sarà sempre raffigurato sull’etichetta della bottiglia e sui manifesti pubblicitari con l’immagine della solenne aquila a due teste.

Durante la Seconda Guerra Mondiale il VOV viene prodotto quasi esclusivamente per le forze armate e il il liquore così destinato ai soldati dell’esercito viene ribattezzato con la “marziale” VAV2 (acronimo di “Vino Alimento Vigoroso”) e confezionato con cartone pressato e vetrificato internamente per essere trasportato più facilmente sui fronti di guerra.

La grafica "vintage" del Vov di G.B. Pezziol (con il logo del brevetto reale)
La grafica “vintage” del VOV di G.B. Pezziol (con il logo del brevetto reale).
La grafica "vintage" del Vov di G.B. Pezziol con evidenziate le proprietà ricostituenti.
La grafica “vintage” del VOV di G.B. Pezziol con evidenziate le proprietà ricostituenti.
La grafica "vintage" del Vov G.B. Pezziol prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale
La grafica “vintage” del VOV G.B. Pezziol prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Dal dopoguerra in poi il VOV conquista definitivamente il mercato italiano ed europeo e la sua etichetta, confezione e grafica pubblicitaria evolveranno nei decenni mantenendosi comunque sempre ben riconoscibili.

Dopo il grande successo degli anni ’60-’70-’80 il VOV è ancora oggi presente sul mercato specialmente per la preparazione di alcuni dessert (ad esempio il gelato affogato allo zabaione) e di alcuni cocktail (come il “bombardino” degli sciatori, a base di VOV, panna e caffè).

Il Vov nel Bombardino (nota ricetta dopo-sci dei rifugi montani).
Il VOV nel “Bombardino” (nota ricetta ‘dopo-sci’ dei rifugi montani).

Ricetta del VOV (liquore di crema d’uova)

Come abbiamo già visto per altre nostre ricette con uova, per realizzare il nostro liquore di crema d’uova ispirato al VOV, gli ingredienti sono pochissimi, e determinante è seguire la giusta tecnica di preparazione.

Periodo dell’anno consigliato:
Questa ricetta è “senza tempo”… possiamo godere del liquore di crema d’uova ispirato al VOV in qualsiasi periodo dell’anno (tranne che nei periodi di pausa di deposizione delle uova da parte delle nostre galline). Non ci sono infatti altri ingredienti stagionali.

Difficoltà:
Facile (e veloce).

Ingredienti e preparazione
Iniziamo quindi così come di consueto la preparazione, controllando in primo luogo di avere nel paniere il numero sufficiente di uova, procedendo poi a scorrere tutta la lista degli ingredienti (in tal caso molto pochi davvero).
La ricetta prevede il solo utilizzo dei tuorli e quindi suggeriamo di utilizzare gli albumi avanzati per preparare ad esempio una semplice frittata di soli albumi alle erbette aromatiche o delle ghiotte meringhe (o altre ricette di soli albumi).

Ingredienti:
– 3 tuorli di uova “del nostro paniere” (a temperatura ambiente)
– 180 gr di zucchero
– 50 ml di alcool puro 95%
– 50 ml di marsala (o vino liquoroso simile con almeno 16%)
– 300 ml di latte intero
– 1 bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina o qualche goccia di essenza di vaniglia.

Preparazione del VOV “fai da te” fatto in casa

Per preparare il liquore di crema d’uovo procediamo facendo scaldare il latte con la vaniglia per circa 5 minuti. Mentre il latte scalda possiamo lavorare le uova con lo zucchero in una terrina con una frusta fino ad ottenere un composto spumoso (lo zucchero agisce come anticoagulante e come conservante).

Lasciamo raffreddare il latte (se disponete di un termometro da cucina raffreddatelo fino a circa 82°) per aggiungerlo poi al composto di uova e zucchero. Lavoriamo di nuovo il tutto e soltanto alla fine aggiungiamo l’alcol e il marsala (in modo tale che non evaporino con il calore).

Facciamo dunque raffreddare e imbottigliamo per tenerlo in frigorifero almeno 6 ore prima di utilizzarlo (nell’arco di questo periodo la schiuma persistente che si crea durante la lavorazione si riduce fino a scomparire).
Deve essere conservato in frigorifero ed è consigliabile utilizzarlo entro 3-4 settimane dalla data preparazione. Agitare bene prima di servirlo.

Un ultimo suggerimento…

Potrebbe essere un’idea carina imbottigliare il VOV fatto in casa utilizzando qualche bottiglia dalla forma originale e personalizzata, per trasformare il nostro liquore all’uovo in un vero e proprio regalo per amici e familiari… un dono fatto con le nostre mani che sarà certamente cosa gradita!

Un buon packaging per il nostro Vov fatto in casa, liquore alla crema d'uova fai da te
Un buon packaging per il nostro VOV fatto in casa, un regalo “corroborante ed energetico” (photo by: mypersonaltrainer-TV)

E voi, come realizzate e gustate il vostro liquore di crema d’uovo? Raccontateci il vostro personalissimo VOV nei commenti qui sotto.

2 Commenti

    • Salve Roberto, per preparare il VoV il latte va scaldato per circa 5 minuti assieme alla vaniglia, portandolo dolcemente ad ebollizione. Raggiunta l’ebollizione si spegne la fiamma. Grazie, un cordiale saluto e buona giornata!

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome