Pizza d'uovo di Paolo Parisi (ideale per i bambini!) | Tuttosullegalline.it
Alimentazione per Galline ovaiole e animali da cortile | Raggio di Sole

Paolo Parisi non è uno Chef, ma la sua creatività e le sue esperienze di vita lo hanno portato ad “interpretare le materie prime” e in questo caso l’uovo; e tutto ciò si interseca con la sua stessa filosofia di vita: “Le qualità inedite dei mie prodotti, le metodologie eretiche, le soluzioni innovative, ma anche l’attenzione al recupero e alla gestione della mia azienda agricola sono gli ingredienti di quella ricetta che è la mia vita, condivisa con una grande ed operosa famiglia”.

Anche questa preparazione, ovviamente, rientra tra le ricette con uova che stiamo raccogliendo sul nostro sito e che speriamo possano esservi di aiuto e ispirazione per cucinare questo fantastico e salutare prodotto in tanti modi diversi e con tanta fantasia che, sia in cucina che in tavola, non deve mai mancare! Scoprirete alcuni trucchi per cucinare le ricette con uova apparentemente più note e semplici come l’uovo sodo, l’uovo in camicia o le uova strapazzate, ma anche per replicare i piatti dei grandi Chef stellati come l’uovo fritto di Carlo Cracco.

Anche in questo caso il risultato non può prescindere dalla qualità dell’ingrediente base, che è ingrediente protagonista, ovvero l’uovo appena deposto dalle galline del nostro pollaio domestico; essendo Paolo Parisi produttore delle note “uova del Parisi” potrebbe valer la pena sperimentarne la realizzazione anche facendo uso delle sua (ecco i punti di vendita dove trovarle).

Paolo Parisi con la nota confezione di uova di sua produzione
Paolo Parisi con la nota confezione di uova di sua produzione.

La pizza d’uovo – è una ricetta contenuta nel libro “12 Ways – L’uovo e la padella“, volumetto realizzato da Paolo Parisi in collaborazione con l’azienda Ballarini (nota azienda produttrice di strumenti di cottura antiaderenti). Parisi la definisce “una ricetta creata pensando ai bambini: semplice ed allegra, ma soprattutto interpretabile… proprio come la pizza sulla quale, con criterio, si può mettere quasi ogni cosa”.

Pollai Domestici da Giardino e Accessori per Galline | Omlet

Ricetta della “pizza d’uovo” (ideale per i bambini)

Essenziale anche in tal caso disporre di uova freschissime e di ottima qualità nonché di una buona dose di creatività. L’origine e la provenienza dell’uovo, che rispecchia la “qualità della vita” e la “qualità dell’alimentazione” delle galline produttrici, si traduce in sapore e proprietà nutritive di ineguagliabile eccellenza.

Periodo dell’anno consigliato:

Questa ricetta è “senza tempo”; possiamo godere della pizza d’uovo in qualsiasi periodo dell’anno (tranne che nei periodi di pausa di deposizione delle nostre galline). Lo stesso Paolo Parisi evidenzia l’importanza di utilizzare (con creatività) gli ingredienti di stagione disponibili.

Difficoltà

Creativa.

Ingredient:

– 2 uova “del nostro paniere” (a temperatura ambiente);

– 4 cucchiaini da tè di olio extravergine di oliva;

– “ingredienti di superficie” a scelta.

Come preparare la “Pizza d’uovo”

Con una frusta montiamo a neve l’albume. Scaldiamo in padella l’olio portandolo a 80° nel caso di fuochi ad induzione (40 sec su fuoco medio a fiamma bassa). Versiamo quindi nella padella l’albume lavorato e cuociamolo per circa 2 minuti, creando un disco con l’aiuto di una spatola.

La base della pizza d'uovo con l'albume montato
La base della pizza d’uovo con l’albume montato.

Con un cucchiaio ricaviamo una leggera fossetta al centro del disco e vi deponiamo il tuorlo dell’uovo. Dovremo poi rifinire, adagiando intorno al tuorlo gli ingredienti che potrebbero andare bene su una pizza: pomodori, peperoni, cipolla, acciughe, capperi… tutto quel che vogliamo, curando però sia il gusto sia l’effetto cromatico e scenografico.

La disposizione degli ingredienti di superficie sulla base della pizza d'uovo
La disposizione degli “ingredienti di superficie” sulla base della pizza d’uovo.

Se vogliamo aggiungere del formaggio, mettiamolo prima di deporre il tuorlo e copriamo poi la padella per un po’ con un coperchio per aiutarlo a fondere meglio.
Ecco fatta la pizza d’uovo, una ricetta giocosa, semplice e divertente, ideale per i bambini!

Consigli di Paolo Parisi

Nota bene: con questa ricetta si possono moltiplicare le dosi facendo un grande disco in una padella più grande e deponendo poi i tuorli in modo che, tagliando la pizza a spicchi, ogni commensale abbia un tuorlo e i condimenti abbinati, proprio come si farebbe con una vera pizza!

Tra gli “ingredienti di superficie”, Paolo Parisi raccomanda:

  • Acciughe – Le migliori sono quelle provenienti dal Mar Cantabrico. Anche in Italia però abbiamo piccole produzioni di grande qualità, come quelle di Cetara in Campania
    o di Monterosso in Liguria.
  • Aglio – Consigliato quello fresco di qualità rossa.
  • Asiago fresco – L’Asiago è un formaggio molto comune, ma sarebbe preferibile utilizzare un prodotto d’alpeggio caseificato con tecniche artigianali.
  • Cipolle – La migliore qualità è quella di Tropea, dolce e poco aggressiva.
  • Erbe aromatiche – Meglio utilizzare erbe aromatiche fresche, in alternativa una piccolissima quantità di quelle secche.
  • Funghi – L’ideale è avere a disposizione funghi porcini nazionali freschi. In alternativa, può essere utilizzato anche un buon fungo secco sminuzzato.
  • Olive nere – Meglio comprarle col nocciolo. Fra le migliori qualità prediligiamo quelle taggiasche.
  • Paprika – Fra le migliori qualità sul mercato c’è la “Pimenton”, che è sul mercato nella versione “dulce” o “picante”.
  • Parmigiano – Il riferimento è al Parmigiano-Reggiano con stagionatura minima di 30 mesi.
  • Patate – Quelle più indicate sono quelle di qualità a pasta gialla provenienti da coltivazioni di montagna.
  • Prosciutto Crudo – I migliori crudi italiani sono quelli provenienti da razze “nere”: Cinta Senese, Casertana, Nero di Parma, Mora Romagnola, Nero dei Nebrodi… ma anche il
    Pata Negra spagnolo è al top della qualità.
  • Pepe – L’ideale è la selezione Marichà. In alternativa utilizzare un pepe poco aggressivo.
  • Pomodorini – Le varietà provenienti dal Sud. I picadilly, i datterini, i vesuviani, i corbarini, e i pomodorini di Pachino sono tutti ottimi: ma per essere certi del pomodoro bisogna sempre assaggiarlo…
  • Salsa di pomodoro – In Italia ogni famiglia fa il sugo alla propria maniera: che sia con aglio, cipolla o basilico, è spesso una risorsa disponibile nel frigorifero.
  • Sale – Meglio usare il fior di sale in quanto i cristalli sono più leggeri e più puri
  • Tonno sott’olio – I migliori tonni trattati sono quelli lavorati direttamente sulle zone di pesca, come Carloforte o Cetara.
  • Zafferano – È preferibile usare quello in stigmi.

Preparazione della Pizza d’uovo con Paolo Parisi

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome