Pain perdu dolce e salato con uovo e pane raffermo | Tuttosullegalline.it
Alimentazione per Galline ovaiole e animali da cortile | Raggio di Sole

Questa ricetta è nota nel mondo con il poetico nome francese di “pain perdu” ed è per questo motivo che viene anche chiamata “pane alla francese” (o anche “french toast”).

In realtà le origini di questa ricetta non sono esclusivamente francesi, ma provengono – anche confondendosi tra loro – un po’ da tutta Europa.

In Italia questa ricetta di riutilizzo del pane era tradizionalmente utilizzata per preparare colazioni e/o merende povere, quando ai tempi delle nonne c’era molta più attenzione allo spreco e al riutilizzo delle risorse, e “non veniva buttato via niente”; ad esempio, nella tradizione triestina, sono note le ghiottonerie dolci denominate “snitte” (dal termine mitteleuropeo “schnitte”, che significa “fetta”).

Oltre al pane raffermo tra gli ingredienti base ci sono anche latte e uova (come in tutte le nostre altre ricette con uova). Ottimale realizzare questa ricetta con le uova fresche di giornata deposte dalle galline ovaiole del nostro pollaio domestico.

Il pain perdu è costituito da fette di pane ammorbidite con uovo e latte e poi dorate in padella o al forno. Le varianti sono numerosissime (sia dolci che salate) e ne prenderemo in considerazione alcune giocando:

  • sulla scelta del tipo di pane raffermo (perché oltre al pane raffermo dei forni di zona, potrebbe essere utilizzato sia la tradizionale baguette francese, sia pan carré raffermo, ma anche il panettone natalizio, la colomba pasquale o altre “torte rafferme”);
  • sulla forma del taglio del pane raffermo;
  • sulla scelta del tipo di cottura (in padella o in forno, nella versione più light);
  • sulla scelta del tipo di frutta di stagione (o frutta sciroppata o marmellate) o altri ingredienti di accompagnamento (come zabaione, crema, panna, cioccolata o altro).

Tra le possibili varianti elencheremo di seguito anche la variante del “pain perdu” salato, dove parmigiano e prezzemolo andranno a sostituirsi a zucchero e vaniglia.

Pain perdu dolce di pane baguette con marmellata (ideale per una gustosa colazione)
“Pain perdu” dolce di pane baguette con marmellata (ideale per una gustosa colazione).
Pain perdu dolce con fette di pane rustico (per una merenda semplice e nutriente)
“Pain perdu” dolce con fette di pane rustico (per una merenda semplice e nutriente).

Periodo dell’anno consigliato:
Questa ricetta è “senza tempo”… possiamo godere del “pain perdu” dolce e salato in qualsiasi periodo dell’anno (tranne che nei periodi di pausa di deposizione delle uova da parte delle nostre galline). Non ci sono infatti ingredienti base stagionali.
Cerchiamo però, per quanto possibile, di fare attenzione alla stagionalità della frutta fresca abbinata (quindi, ad esempio, evitiamo le fragole in inverno e le arance in estate!).

E’ una ricetta gustosa per una colazione o una merenda speciale; può anche essere consumato come un moderno brunch. Nella versione con fette di panettone natalizio, colomba pasquale o altre “torte rafferme”, può anche essere servito come ottimo e ricco dessert rivisitato.

Difficoltà:
Facile.

Pollai Domestici da Giardino e Accessori per Galline | Omlet

Pain perdu: ingredienti e preparazione

Iniziamo quindi come di consueto la lista degli ingredienti e il dettaglio della preparazione, controllando in primo luogo di avere nel paniere almeno 1 uovo fresco e procediamo poi a scorrere tutta la lista degli ingredienti.

Ingredienti per il pain perdu: uovo, latte e pane raffermo
Ingredienti per il “pain perdu”.

Ingredienti per 2 persone

– 1 uovo “del nostro paniere” (a temperatura ambiente)
– 4 fette di pane raffermo (oppure 8 fette di baguette o 6 fette di pane carré o l’equivalente di panettone natalizio, colomba pasquale o altre “torte rafferme”)
– 150 ml di latte
– 2 cucchiai di zucchero o 2 cucchiai di sciroppo d’acero
– qb di polpa di baccello di vaniglia
– qb di polvere di cannella (a piacimento)
– burro per friggere in padella o per ungere la teglia da forno

Preparazione del pain perdu

Prendete una ciotola e unite l’uovo, il latte, lo zucchero e la polpa di baccello di vaniglia (a piacimento potete anche aggiungere un pizzico di polvere cannella). Sbattete il tutto per creare un composto omogeneo.

Prendete quindi il pane raffermo, che potrebbe essere composto da:

  • 4 fette di pane rustico tagliate con uno spessore di circa 1 cm (potreste anche utilizzare la crosta per realizzare del pan grattato, e dare alle fette forme geometriche regolari come cerchi, quadrati, rettangoli, ovali, ecc.);
  • 8 fette di pane a baguette (tagliate di spessore più o meno alto) con taglio orizzontale o diagonale;
  • 6 fette di pane carré (lasciato intero o a forma triangolare, anche in tal caso con o senza crosta);
  • fette di panettone, colomba o altra “torta rafferma” tagliate di spessore di circa 1 cm, ad esempio rotonde o a piccoli dadi.

Immergete le fette di pane raffermo scelto nel composto di uovo, latte e zucchero fino a quando non si ammorbidiscono. (Più il pane sarà raffermo e più grandi saranno le dimensioni dei tagli scelti e più sarà il tempo necessario per ammorbidirle; attenzione però a non farlo ammorbidire troppo! Il pane, anche se bagnato, deve comunque rimanere di consistenza solida.)

A questo punto potete scegliere tra la cottura in padella (più ghiotta) e la cottura in forno (più light). Ecco come procedere nei due distinti casi:

  1. in una padella antiaderente abbastanza capiente sciogliere una dose generosa di burro e quando inizia a sfrigolare, tostare le fette di pane fino a doratura;
  2. cospargere una teglia antiaderente da forno con un sottile strato di burro e cuocere a 220 gradi per 10 minuti da un lato e 10 minuti dall’altro lato, tostando le fette di pane fino a doratura (procedendo con la cottura al forno potremo anche cuocere la frutta insieme al “pain perdu”).
Pain perdu dolce con fetta tagliata a cubetti e cottura in forno con frutta fresca
“Pain perdu” dolce con fetta tagliata a cubetti e cottura in forno con frutta fresca.

Servire il pain perdu caldo arricchendolo con uno o più ingredienti a scelta:

  • frutta fresca di stagione semplicemente tagliata a fette (o caramellata con acqua e zucchero o con sciroppo d’acero; ottimi i pan perdu con fragole, ciliege, lamponi, mirtilli, uva fragola, arancia, mela e banana);
  • frutta sciroppata o una marmellata di frutta;
  • zabaione o crema;
  • panna o gelato o ricotta;
  • cioccolato fuso;
  • succo d’acero;
  • frutta secca (uvetta, noci, mandorle, nocciole…);
  • una spolverata di zucchero in polvere o semolato.
Pain perdu dolce con tronchetti di baguette, sciroppo d'acero e scorzette d'arancia non trattata
“Pain perdu” dolce con tronchetti di baguette, sciroppo d’acero e scorzette d’arancia non trattata.
Pain perdu dolce con cioccolato e banane
“Pain perdu” dolce con cioccolato e banane.
Pain perdu dolce di panettone raffermo con fragole e lamponi sciroppati (per un dessert invernale)
“Pain perdu” dolce di panettone raffermo con fragole e lamponi sciroppati (per un dessert invernale).
Pain perdu dolce con torta rafferma, composta d'arancia, panna e arancia non trattata a scorzette
“Pain perdu” dolce con “torta rafferma”, composta d’arancia, panna e arancia non trattata a scorzette.

“Pan perdu” dolce con “french toast” (preparazione classica)

“Pain perdu” dolce con frutta fresca al forno

“Pain perdu” salato

Con lo stesso identico procedimento è possibile realizzare anche un ottimo “pain perdu” salato, per una colazione, un brunch o una merenda saporita utilizzando i seguenti ingredienti:

Ingredienti per 2 persone:

– 1 uovo “del nostro paniere” (a temperatura ambiente)
– 4 fette di pane raffermo (oppure 8 fette di baguette o 6 fette di pane carré o l’equivalente di panettone natalizio, colomba pasquale o altre “torte rafferme”)
– 150 ml di latte
– 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
– qb di prezzemolo tritato (o altra erbetta aromatica)
– qb di sale
– olio evo per friggere in padella o per ungere la teglia da forno

Nel composto omogeneo dovranno essere utilizzati l’uovo, il latte, il parmigiano, il prezzemolo e il sale; tutto il resto della preparazione sarà identica a quella illustrata sopra per il “pain perdu” dolce.

Pain perdu salato accompagnato con pancetta stesa abbrustolita e pomodorini
“Pain perdu” salato accompagnato con pancetta stesa abbrustolita e pomodorini.

E voi come realizzate il vostro “pain perdu” dolce o salato? Utilizzate qualche particolare o personale variante? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome